Alberto Riboldi

Nato a Biassono il 12 luglio 1902, residente in paese,

in via Pietro Verri 27.

Operaio alla Breda di Sesto San Giovanni, ritornava a casa

a piedi dopo una riunione tenuta con un gruppo di partigiani.

All'altezza del parco tra Monza e Vedano al Lambro,

il 9 aprile 1945, attorno alle 22, viene investito da un'auto

con a bordo una squadra di fascisti e gettato sulle rotaie

della linea tramviaria nel tentativo di mascherarne l'omicidio.

A casa l'aspettavano la moglie e cinque figli.